Questioni di lavoro

Operai che installano pannelli solari

La pandemia di COVID-19 ci ha fatto riflettere sull'occupazione e sulle condizioni di lavoro e su come queste siano correlate alla nostra salute e al nostro benessere. Già prima che il virus corona ci colpisse, il nostro equilibrio tra lavoro e vita privata non era molto salutare. Il ritmo di lavoro era accelerato, con richieste più elevate, scadenze più strette, numerosi risultati finali ed eventi a cui partecipare e organizzare. Ciò ha avuto un impatto non solo sulla nostra salute fisica e mentale, ma anche sulla salute del nostro pianeta. Dal COVID-19, questo ritmo è leggermente cambiato. Il lavoro a casa è diventato la norma per molti. Questo ci ha permesso di conciliare lavoro e doveri domestici, portando a una serie diversa di sfide legate al genere. Tuttavia offriva un approccio flessibile ma produttivo al lavoro. Lavorare da casa è ora diventato un nuovo diritto che può essere utilizzato da datori di lavoro e dipendenti nella ricerca di un approccio alla vita lavorativa più sostenibile, sano e piacevole.

Condizioni di lavoro e sviluppo delle competenze

Molti lavoratori, tuttavia, non sono stati in grado di rimanere a casa poiché le loro professioni sono state ritenute necessarie per il funzionamento della società – i cosiddetti 'lavoratori-essenziali'. Questi lavoratori garantiscono il funzionamento ottimale delle nostre infrastrutture e servizi come trasporti, cibo, pulizia urbana, istruzione, servizi sanitari e sociali. Il COVID-19 ha rivelato come valutiamo questi lavoratori in teoria, ma non in pratica; molti lavoratori essenziali affrontano condizioni di lavoro precarie e non sono sufficientemente retribuiti, alcuni addirittura vivono al di sotto delle soglie di povertà. Il reddito è un importante determinante della salute e gli stipendi dovranno essere rivisti, oltre alla qualità del lavoro. Ciò sarà ancora più critico in futuro, considerando il cambiamento demografico e la prevista carenza di lavoratori. La lotta alla disparità di reddito e la protezione del salario minimo devono essere in cima all'agenda politica. Dobbiamo investire nel miglioramento delle condizioni in quei posti di lavoro che forniscono una base per società ben funzionanti.

Infine, mentre l'economia si sta gradualmente ricostruendo, vediamo che non tutti ne stanno beneficiando allo stesso modo. Le competenze dei disoccupati di lungo periodo, dei migranti e dei lavoratori anziani rimangono sottovalutate. Continuano a essere disoccupati o lavorano in condizioni precarie, che incidono negativamente sulla loro salute e sul loro benessere. Allo stesso tempo, la forma del mercato del lavoro continua a cambiare a causa della tecnologia e della digitalizzazione, nonché della transizione verde. Gli investimenti nell'alfabetizzazione digitale, nella formazione professionale e nell'istruzione equa sono fondamentali per garantire che tutti restino a bordo. L'istruzione e la mitigazione dello svantaggio sociale sono importanti per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute. EuroHealthNet sta quindi monitorando da vicino le politiche e i programmi dell'UE nei piani di "riqualificazione" e "riqualificazione" e relativi piani di recupero e resilienza dei suoi Stati membri. Riuniamo anche pratiche promettenti sui legami tra salute e occupazione, come nel nostro recente Policy Precis "Fare il collegamento: condizioni di lavoro, salute ed equità".

In questa edizione

Questa edizione della rivista EuroHealthNet si concentra sulle prove sui collegamenti tra occupazione e salute e malattie croniche e copre alcuni progetti innovativi in ​​corso. È bello vedere come sempre più enti di sanità pubblica e partner di EuroHealthNet avviino progetti in questo settore, poiché il lavoro è importante per la salute. Spero che ti piaccia leggere i loro articoli.

Mercato del lavoro, salute e pandemia

Public Health Scotland ha messo in evidenza i legami tra mercato del lavoro e salute sin dall'inizio della pandemia. Potremmo riconoscere la necessità di una migliore protezione sociale per proteggere la salute ora, ma potremmo anche considerare i cambiamenti di oggi come un'opportunità per una salute migliore in futuro? Apprendiamo la loro posizione.

Dal Centro per la ricerca sulle disuguaglianze di salute globale apprendiamo tle ultime prove su salute e occupazione. Suggerisce che i piani di risanamento post-COVID dovrebbero mirare a contratti non standard, condizioni dannose e promuovere politiche di protezione sociale per ridurre le disuguaglianze sanitarie e affrontare le malattie non trasmissibili

Dall'arrivo di COVID-19 in Europa, EuroFound ha svolto ricerche come la pandemia sta cambiando il modo in cui lavoriamo e viviamo. Hanno scoperto che i divari di genere e generazionali sono aumentati. Questo articolo offre una panoramica dei risultati e cosa possiamo imparare da essi quando iniziamo a ricostruire.

Rischi sul lavoro

Durante la pandemia, il lavoro non si è fermato per i lavoratori agricoli migranti nel sud Italia. Spesso vivendo in situazioni precarie, hanno un accesso limitato al sistema sanitario. Come possiamo progettare sistemi sanitari per i lavoratori migranti? Un progetto stimolante presenta alcune idee.

Un altro gruppo di lavoratori essenziali che affrontano rischi elevati nel loro lavoro sono gli addetti alle pulizie urbane. Proteggono la nostra salute mantenendo pulite e sicure le nostre strade e le nostre città. Ma come si tutelano? Il progetto MUC sta lavorando per aiutare i lavoratori ad assumere la responsabilità delle misure di salute e sicurezzae valutare quali cambiamenti sono necessari nella formazione e nell'istruzione.

La discriminazione purtroppo è ancora un problema che molte persone devono affrontare nella loro vita lavorativa. Un gruppo in Francia e in Inghilterra sta esaminando l'obesità, l'occupazione e la discriminazione sul posto di lavoro. Aiuta le persone che convivono con l'eccesso di peso ad apportare cambiamenti positivi nella propria vita e ad aprire strade all'occupazione. Uno dei modi in cui lo stanno facendo è lavorare con i reclutatori per affrontare la discriminazione sul posto di lavoro.

Promozione della salute sul posto di lavoro

Recenti lavori dell'iniziativa di collaborazione europea "Joint Action" CHRODIS Plus ha esaminato come attuare politiche e pratiche sul posto di lavoro per affrontare le malattie croniche. Impariamo a toolkit gratuito per i luoghi di lavoro per la salute, il benessere e la partecipazione dei dipendenti. Consente ai luoghi di lavoro di tutte le dimensioni di adottare misure che promuovono il benessere e la salute dei dipendenti.

Una volta individuata una buona pratica per la promozione della salute sul luogo di lavoro, come la trasferisci in nuovi contesti? Sentiamo parlare di l'esperienza del trasferimento di un modello dall'Italia alla Spagna e l'impatto della pandemia sull'attuazione.

Ulteriori letture:

Guarda: Competenze per la salute: Up– e riqualificazione per una ripresa sostenibile.

Leggi: Fare il collegamento: condizioni di lavoro ed equità sanitaria

Ascolta: Podcast- L'effetto della gig economy sulla salute dei giovani.

Alleanza: L'alleanza europea per la salute mentale – Occupazione e lavoro

Caroline Costongs
Direttore at | + post

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Iscriviti alla nostra mailing list

 

Ti sei iscritto con successo alla newsletter

Si è verificato un errore durante il tentativo di inviare la richiesta. Per favore riprova.

Sarai iscritto alla newsletter mensile "Health Highlights" di EuroHealthNet che copre l'equità nella salute, il benessere e le loro determinanti. Per saperne di più su come trattiamo i tuoi dati, visita la sezione "privacy e cookie" di questo sito.

Iscriviti alla nostra mailing list

 

Ti sei iscritto con successo alla newsletter

Si è verificato un errore durante il tentativo di inviare la richiesta. Per favore riprova.

Sarai iscritto alla newsletter mensile "Health Highlights" di EuroHealthNet che copre l'equità nella salute, il benessere e le loro determinanti. Per saperne di più su come trattiamo i tuoi dati, visita la sezione "privacy e cookie" di questo sito.

Il contenuto di questo sito Web è tradotto automaticamente dall'inglese.

Sebbene sia stato compiuto ogni ragionevole sforzo per fornire traduzioni accurate, potrebbero esserci degli errori.

Siamo spiacenti per l'inconveniente.